Formazione professionale: Ragusa, dai salesiani tredici corsi e un’opportunità per giovani e...

Formazione professionale: Ragusa, dai salesiani tredici corsi e un’opportunità per giovani e disoccupati

186
0
SHARE

SIR – Tredici corsi di formazione per dare risposte a chi, tra i 18 e i 65 anni, è in cerca di prima occupazione o ha perso il lavoro e spera in una nuova opportunità. È l’opportunità che viene offerta con i corsi promossi dalla Regione Siciliana e gestiti dal Cnos-Fap, l’ente di formazione professionale dei salesiani, ai quali è già possibile pre-iscriversi. Si tratta, come viene spiegato in una nota della diocesi di Ragusa di “una grande opportunità per il nostro territorio che può tornare a contare su una struttura che da sempre ha aiutato i giovani a inserirsi nel mondo del lavoro, offrendo loro professionalità, attenzioni, passione e una esperienza maturata in tanti anni trascorsi nei laboratori di corso Italia”. Una delle novità di questi corsi è relativa al fatto che possono partecipare anche i disoccupati, di età compresa tra i 18 e i 65 anni. I corsi, per la cui frequenza è riconosciuta un’indennità di giornaliera di 5 euro, rilasciano diverse qualifiche: attore; tecnico audio-luci per spettacoli; operatore informatico su dispositivi e rete; tecnico di produzione pagine web; addetto agli impianti automatizzati; addetto alla saldatura elettrica; addetto alle macchini utensili; addetto agli impianti elettrici civili; conduttore e programmatore macchine utensili a controllo numerico; animatore socio-educativo; assistente alla struttura educativa; operatore socio assistenziale Osa; tecnico dell’accoglienza turistica.
“I corsi – spiega il direttore, don Edoardo Cutuli – sono aperti a tutti ma alcuni sono rivolti in modo specifico alla comunità ecclesiale per migliorare l’azione educativa e pastorale della parrocchia. Altri immettono in modo più diretto nel mondo del lavoro. Anche con il teatro si possono trasmettere insegnamenti e valori e tutti avvertiamo nelle nostre comunità l’esigenza di animatori competenti e preparati. Sono corsi che vogliono in sostanza formare i formatori”. “Poi – aggiunge – ci sono i corsi che preparano al lavoro formando professionalità da spendere nei settori dell’informatica, dei bisogni sociali e degli anziani, del mondo del turismo. Ci sono poi i corsi del nocciolo duro della nostra esperienza ormai cinquantennale, che si rivolgono al mondo dell’industria e dell’artigianato e che possono contare su macchine e laboratori di grande valore”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY