13 profughi africani accolti dai Frati Minori e Caritas a Gualdo Tadino

13 profughi africani accolti dai Frati Minori e Caritas a Gualdo Tadino

734
0
SHARE

Profughi nel convento della Ss. Annunziata di Gualdo Tadino. Ad accoglierli, nel primo pomeriggio di oggi è stata la Caritas diocesana di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino con il sostegno della Provincia serafica dei Frati minori dell’Umbria.

“La Caritas provvederà agli operatori stabiliti secondo le normative vigenti – si legge in una nota – ad una formazione scolastica e in generale alla necessaria mediazione culturale e linguistica”. I Frati minori “sono impegnati principalmente nella disponibilità della struttura di accoglienza, che comprende gran parte dell’area conventuale”. Il Ministro provinciale dei Frati minori dell’Umbria, che si è recato ad accogliere i profughi insieme alla direttrice della Caritas, fa presente che si tratta di “una iniziativa che esprime la sollecitudine di tutti i frati e di tutte le comunità della Provincia. Anche se si esprime localmente, poiché il convento di Gualdo Tadino è sembrato il più idoneo allo scopo, l’accoglienza dei profughi costituisce un’opera di misericordia – sollecitata anche dagli appelli di Papa Francesco – di tutta la Fraternità provinciale”.

I profughi sono 13, tutti uomini. Erano alloggiati da alcuni giorni in una struttura di Assisi in attesa di trasferirsi a Gualdo Tadino dove resteranno per almeno un anno. Uno di loro sarà ospitato in famiglia, mentre gli altri dodici (10 del Senegal, 1 del Ghana e 1 dalla Nigeria) andranno al convento della Ss. Annunziata dove conserveranno, coadiuvati dagli operatori e dai frati, l’autonomia nella cura personale e della casa, e negli aspetti pratici come provvedere alla spesa e la preparazione dei pasti”.

Il convento dei Frati minori di Gualdo non è nuovo ad esperienze di questo tipo: alcuni anni fa, dal mese di luglio 2011 al mese di febbraio 2013, per una ventina di mesi altri 18 profughi hanno trovato accoglienza presso la Ss. Annunziata. Anche allora erano tutti uomini, 16 musulmani e 2 cattolici.

 

Una ulteriore risposta che si va ad aggiungere alle tante promosse dai diversi Istituti religiosi italiani. I dati in corso di raccolta sono visionabili sulla seguente mappa.

 

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY